Domenica 21 giugno / Due orari: 9.30 – 13.30 / 15.00 – 19.00

Massimo 5 allievi per corso. Spazio che consente 2mq. a persona

Tavoli per 5 persone distanziate nel rispetto delle norme vigenti – Useremo mascherina e guanti, in sicurezza.

Non ci sarà coffee break

L’arte Kintsugi, arte giapponese del XVI sec. che restaura tazze per la cerimonia del con lacca urushi e polvere d’oro, ha vissuto, nel suo passaggio dall’oriente all’occidente, una mutazione sia della tecnica che del concetto filosofico.
In oriente materiali naturali, lacca urushi e polvere d’oro; in occidente materiali chimici, resina epossidica e oro liquido, in polvere, in foglia.
In oriente il fulcro del Kintsugi è mono no aware, una sensibilità profonda per gli oggetti che porta a provare il senso di rimorso nello sprecare qualcosa (mottanai); in occidente il fulcro del Kintsugi è la rappresentazione che l’oggetto riparato ci dà: rinascita dopo le ferite, simbolo di una ricomposizione di frammenti della vita.

Il workshop “Kintsugi, l’arte di riparare con l’oro – tecnica moderna” insegna la tecnica occidentale ed è aperto a chi vuole conoscere una parte di mondo giapponese, fatto di poesia e arte, di filosofia e di cerimonia del tè.
È condotto da Chiara Lorenzetti, restauratrice dal 1991 presso Chiaraarte, a Biella, studiosa e restauratrice di arte Kintsugi.

Chiara Lorenzetti, restauratrice, nasce artisticamente nel 1991.
Dopo aver frequentato l’Istituto per l’Arte e il Restauro “Palazzo Spinelli” a Firenze, apre la sua bottega Chiarartè a Biella, nello storico negozio di antiquariato di suo padre, in Via Cernaia.
Si occupa principalmente di ceramiche, con restauri conservativi ed estetici; un’attenzione particolare è dedicata al restauro delle bambole in biscuits, cartapesta, composito, cera, in collaborazione con importanti collezionisti e con negozi di giocattoli antichi.
Nel 2007 riceve l’Eccellenza Artigiana della Regione Piemonte.

PROGRAMMA
– Storia dell’arte Kintsugi.
– Higashiyama bunka: la nascita della cerimonia del tè, l’Ikebana, il sumi-e, il teatro No e la produzione ceramica.
– Mushin e mono no aware, la filosofia del Kintsugi. -Rottura, il suo significato.
– Studio di un oggetto in ceramica e sua rottura.
– Restauro Kintsugi con resina epossidica e polvere d’oro. -Yobitsugi e maki-e, diversi approcci artistici al Kintsugi

IL DOCENTE
Chiara Lorenzetti, restauratrice di ceramica e conoscitrice dell’arte Kintsugi.

COSA PORTO A CASA
La ceramica riparata con la tecnica Kintsugi e i passi per iniziare a conoscere la cultura giapponese in tutte le sue sfumature.

QUANTO DURA
4 ore consecutive da svolgersi in una giornata

COSA È COMPRESO
4 ore di lezione e laboratorio
Una ceramica
I materiali per il lavoro della giornata, colla e polvere d’oro.

COSA SI PUÒ ACQUISTARE
Il libro “Kintsugi, l’arte di riparare con l’oro” di Chiara Lorenzetti
Il Kintsugi, resina epossidica e polvere d’oro

COSTO PER ALLIEVO: inviare email per informazioni
Numero massimo allievi: 5

DOVE
Arti<>sta – Associazione culturale no profit – Vicolo Lambro 1 Monza

Per informazioni e iscrizioni: Infoarti.stamonza@gmail.com

Prima di procedere all’iscrizione del workshop andrà compilato il modulo di tesseramento (per chi non è tesserato) annuale di euro 10,00 scaricabile nella sezione Home – il nostro Spazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *